titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Il diciaoto novembre (Addio Venezia addio)

Anno: 
1917

Il diciaoto novembre una giornata scura, montando in vaporeto i n'à fato ciapar paura. Col fischio de la sirena, col rombo del canone, noialtri povari profughi intenti all'incursione. El mariner da bordo diceva "Andate a basso che qualche mitragliatrice potrebbe farvi danno". Addio, Venessia addio noi ce ne andiamo addio Venessia addio Venessia salutiamo. Passando par Malamocco ghe gera de le donete che tutte ci dimandavano "Ma da che parte siete?" Siamo da Canaregio San Giacomo e Castelo, siamo fugiti via col nostro fagotelo. Ed arrivati a Chioggia ci misero accampati come fussimo stati i povari soldati. Dopo tre ore bone, rivata la tradota, ai poveri bambini un poca de aqua sporca. E a noi per colazione la carne congelada che dentro ghe conteneva qualche bona pissada. E da Rovigo a Ferrara una lunga fermata durante tuta la note fino alla matinada. Dopo quarantott'ore del nostro penoso viaggio siamo arrivati a Pesaro uso pellegrinaggio.

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Informazioni

Il canto si riferisce al 18 novembre 1917 e riguarda l'esodo dei profughi da Venezia durante la prima guerra mondiale. Registrazione dal vivo raccolta da Gualtiero Bertelli nel 1965. (Ierina Dabalà)

Il file audio è un'esecuzione del Coro Pane e Guerra. 

Indicazioni bibliografiche

Canzoniere Popolare Veneto, LP Addio Venezia, addio, Dischi del Sole, DS 173/75, 1968

Condividi

Strumenti

La storia cantata

Questo contenuto è legato all'evento L'esodo dei profughi da Venezia (18 November 1917).

Scheda del canto

Anno: 
1917
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31